La mia storia di allattamento del piccolissimo Baby Diego inizia in maniera più semplice rispetto al mio primo figlio.

In ospedale il piccolino si attacca con facilità e (forse) aiutata dalla prima esperienza mi sento più serena, anche se la stanchezza accumulata i primi mesi è tantissima.

Avere due bimbi così piccoli di cui occuparsi immaginavo non sarebbe stato semplice ed in effetti non lo è, così inizialmente sono stata spesso aiutata dalle due nonne.

  

Una cosa diversa però c’è stata, perché se con Samuele mi sono fatta condizionare dalle opinioni altrui, con il mio secondo bimbo sono andata più serena pò per tutto; anche se gestire i sentimenti di due è una esperienza complicata e sto ancora cerando di prendere le misure.

Nessuno mi ha mai detto cosa andava fatto e cosa no, il mio istinto mi ha sempre guidata e questa volta non mi sono sentita in colpa se alcune volte ho utilizzato il biberon, invece del mio seno.

(Che poi a pensarci bene, perché due anni fa avevo tutti questi dubbi?)

 

Dopo averne utilizzati di diverse tipologie, ho testato il tiralatte Philips Avent; in realtà lo avevo già provato con Samuele, ma il nuovo modello Elettrico Natural è stato un ottimo compagno d’avventura.

E’ uno strumento molto silenzioso, leggero, prato ed intuitivo nell’utilizzo e veloce nell’estrazione; utilissimi sono stati per me i contenitori che si possono attaccare direttamente al tiralatte, così come il biberon abbinato.

Ricordatevi sempre che il momento dedicato al tiraggio del latte deve essere un momento di tranquillità senza stress: fatelo quando il piccolo dorme o avete un po’ di tranquillità grazie all’aiuto di qualcuno in casa.

Per baby Diego ho sempre utilizzato i biberon della stessa linea Natural, con tettarelle in silicone.

  

L’esperienza del tirare il latte, soprattutto in questi  primissimi mesi, nel mio caso è stata un’esigenza perché ne producevo una tale quantità da dovermi svuotare e non sempre il mio piccolino ci riusciva; solitamente poterlo tenere in frigo per 24 ore, se invece lo volete congelare in freezer max 3 mesi.

Il mio consiglio è sempre quello di applicare un’etichetta con la data di estrazione.

 

In quelle rare volte che, per esigenze familiari mi sono allontanata da lui, è stato rasserenante sapere che lui continuava ad avere il mio latte senza alcuna difficoltà.

 Viva gli strumenti utili e sempli da utilizzare :)

 

 

Post in collaborazione con Philips Avent

 

 

A presto.

Alessandra

 

**************************************************************************************************************

Seguimi anche sulla pagina Facebook e su Instagram


SEGUIMI SU
INSTAGRAM
Alessandra Partescano - ilbellodiesseremamma.it - Tutti i diritti riservati 2015