Solitamente si prepara già dal settimo mese, ma noi fra una cosa e l’altra stiamo terminando l’ottavo e così ho deciso finalmente di mettermi all’opera.

Ho utilizzato il mio pratico trolley rosso di Carpisa, ma se vi viene più semplice scegliete un borsone capiente.

 

Munitevi di un elenco che fornisce l’ospedale dove deciderete di partorire, che troverete anche nei negozi tipo Prenatal o Chicco, ma spero di poter esservi utile con queste indicazioni:

  • Camicie da notte a manica corta, anche in inverno perché in ospedale fa caldo (tutte con bottoncini davanti);
  • Canottiere;
  • Reggiseni allattamento;
  • Calzini;
  • 1 vestaglia;
  • Mutandine assorbenti usa e getta;
  • Ciabatte;
  • 2 set asciugamani (grande e piccolo);
  • Kit allattamento (coppette assorbilatte, paracapezzoli, crema prevenzione ragadi, salviette igienizzanti seno);
  • Beauty per igiene personale (spazzolino, dentifricio, sapone mani, detergente corpo, salviette struccanti, carta igienica, fazzolettini);
  • Beauty trucchi (crema viso, crema mani, fondotinta, correttore occhiaie, mascara, blush, matita occhi);
  • Guaina post parto (c’è chi la consiglia e chi no, io onestamente la prima volta ho utilizzato in ospedale quella a strappo ed avendo fatto un cesareo l’ho trovata comoda, successivamente ne ho utilizzata una a mutandina, non esattamente sex ma che ho trovato molto comoda per diversi mesi).

Questo per me è l’indispensabile, li dividerò (come vedete dalle foto) per i tre giorni di degenza in ospedale, ovviamente un cambio in più sempre meglio averlo, perché magari dopo il parto potreste avere bisogno di cambiarvi.

Io ho usato le bustine che si trovano nei kit che regalano per la nascita in ospedale o nei negozi, e li ho etichettati per le giornate; ma potete scelgere anche le bustine ikea o quelle per gli indumenti.

Secondo me, il trucco sta proprio nella divisione per giorni e per tipologie.

 

  

 

Lasciate a casa un cambio completo a portata di mano di vostro marito o della vostra mamma.

Aggiungete in valigia qualche busta per gli indumenti sporchi, a portata di mano, tipo nelle tasche del trolley; se amate la musica, anche il vostro iPod o iPad, o un libro, magari nei (pochi) momenti di solitudine vi aiuterà a rilassarvi.

 

Portate con voi anche il vostro documento d'identità e la tessera sanitaria, che serviranno successivamente per la registrazione della nascita, magari nella fretta potreste dimenticarlo. 

Chiaramamente (ma mi sembra ovvio) nel momento del ricovero occorrerà avere con voi le ultime analisi (solitamente max un mese dalla data presunta del parto) e l'ultima ecografia, verificate magari con qualche settimana di anticipo se dovete portare altro direttamente con la struttura dove partorirete.

 

Ultimo consiglio, non meno importante: scegliete inoltre qualcosa di comodo per l’uscita dall’ospedale, magari un abitino morbido, in qualsiasi modo partorirete, no ad abiti stretti e neanche jeans.

Spero davvero che i miei consigli vi possano essere utili e sopratutto di non aver dimenticato niente :)

 

A giorni preparerò il necessario per il bebè, speriamo di stare bene e poter condividere con voi come mi organizzerò.

 

Alessandra

 

**************************************************************************************************************

Seguimi anche sulla pagina Facebook e su Instagram


SEGUIMI SU
INSTAGRAM
Alessandra Partescano - ilbellodiesseremamma.it - Tutti i diritti riservati 2015