Quello che fino ad un paio di settimane fa era il nostro rito della nanna, adesso è cambiato.

 

Abbiamo deciso di togliere le sbarre alla sua culla, che è una di quelle un po’ più grandi con il fasciatoio incluso.

Così dopo qualche giorno, abbiamo tentato iniziando facendo il riposino pomeridiano e da quel momento anche la ninna la notte.

Abbiamo tentennato parecchio prima di fare questo passo: lui per più di due anni si è sempre addormentato accucciato a me o al suo papà, è sempre stato un bimbo ad alto contatto, ama sentirsi protetto, le carezze sul viso, sulle manine, così questo passaggio non è stato semplicissimo.

Adora farsi coccolare, in questo mi somiglia parecchio, forse! Ihihi

Il nostro rito si svolge cosi: dopo il bagnetto, momento della giornata che lui adora, e la cena, cercando di fare le cose sempre allo stesso orario, (la ritualità aiuta molto i bimbi), scegliamo un libro insieme e ci dirigiamo nella sua cameretta.

Spegniamo le luci grandi (come dice lui) per accendere la stellina piccola che cambia colore ed inizialmente lui comincia a dire “mamma diii laaaa”, io cerco di distrarlo leggendo, adesso inoltre (già da diversi mesi) siamo nella fase in cui ad ogni immagine chiede “cos’è?”, quindi per una pagina impieghiamo diversi minuti.

Dopo più di mezz’ora ed aver letto il libro già diverse volte, se lui non è ancora crollato tento canticchiando delle ninnananne, o delle coccole sui capelli, mentre altre volte mi tocca sdraiarmi accanto a lui e chiaramente finisce che mi addormento e mi risveglio piena di dolori!

Naturalmente non è detto che riesca a dormire tutta la notte nel suo lettino, ma questo è decisamente un altro argomento!

 

E voi? Raccontatemi come addormentate i vostri bimbi.

 

**************************************************************************************************************

Seguimi anche sul mio profilo Instagram e sulla pagina Facebook


SEGUIMI SU
INSTAGRAM
Alessandra Partescano - ilbellodiesseremamma.it - Tutti i diritti riservati 2015