Siamo alla terza settimana di inserimento (sarebbe la quarta se non fosse stato colpito da "bocca mani piedi") così dopo due giorni lontana dalla famiglia per il MammacheBlog Creativo (a Milano), ho accompagnato Samu al nido.

Ha iniziato a piangere ancora prima di vedere la porta della sua classe, la maestra lo ha rassicurato ed io come ogni giorno, mi sono affrettata verso l'uscita, pensando "cosa sto sbagliando ?"

 

Il personale dalla struttura vedendomi crollare, mi ha rassicurata " Alessandra, è normale ... È stato abituato a stare solo con te ... vedrai che questo momento passa"

Il mio senso di colpa oggi è enorme.

Cerco di autoconvincermi che sto facendo la scelta giusta per lui, piano piano il distacco da me sarà meno traumatico e sarà felice di andare a scuola per giocare con i suoi compagnetti.

Mi dico che se voglio sul serio costruire il mio futuro, ed ovviamante anche il suo, devo essere forte e non mollare !!!

 

Quante volte ci scoraggiamo nel nostro ruolo di mamma? oggi va cosi. Punto.

 

Penso che invece, ho sbagliato tutto e forse per lui è ancora presto.

Quattordici mesi ed undici giorni, ma quando sarebbe stato il momento giusto per iniziare il nido?? Chi può dirlo?

 

Iniziamo questa settimana con tanto scoraggiamento, spero solo che quando lo andrò a prendere, la maestra mi dica "il bimbo è stato sereno" ma so già che non sarà così.

 

Siracusa oggi si è svegliata con un bellissimo sole ma mi sento talmente in colpa che nemmeno questo mi strappa un sorriso.

"Domani sarà un giorno migliore, vedrai... "

Cit. Cesare Cremonini

 

NB: mentre pubblico questo post chiamo in Asilo per sapere come va....mi dicono che Lui gioca tranquillo... ora si che possiamo dire #Buon Lunedi :)

 

 


SEGUIMI SU
INSTAGRAM
Alessandra Partescano - ilbellodiesseremamma.it - Tutti i diritti riservati 2015